Complesso del Teatro Olimpico: riqualificazione della copertura di Palazzo del Territorio

Il Sito “La Città di Vicenza e le Ville del Palladio nel Veneto” è stato iscritto alla lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO nel 1994, con successiva estensione del 1996, e consiste di 23 monumenti inseriti nel tessuto urbano di Vicenza e di 24 ville nel territorio circostante.
Ad ogni Sito UNESCO è richiesto di dotarsi di un Piano di Gestione, strumento di programmazione strategica e operativa previsto dalla Convenzione UNESCO a salvaguardia dell’Eccezionale Valore Universale del Sito (OUV).
Il Piano di Gestione riveste un’importanza primaria non solo per il Sito e per i beni che ne fanno parte, ma per l’intero territorio di riferimento e per il mondo intero in quanto strumento principale per garantire la conservazione dei beni e la loro trasmissione alle attuali e future generazioni.

Il primo Piano è stato approvato con Protocollo di Intesa il 30 maggio 2007 e necessita di un aggiornamento secondo i più recenti standard internazionali UNESCO.

Il Comune di Vicenza, soggetto referente del Sito, ha avviato quindi i lavori per l’aggiornamento del Piano, grazie al finanziamento di 250mila euro del Ministero della Cultura, ai sensi della L.77/06, con cofinanziamento di 30mila euro dall’ente locale.

Il lavoro vedrà impegnato per quindici mesi un gruppo multidisciplinare, in capo all’Ufficio Unesco del Comune di Vicenza, coordinato dall’arch. Katia Basili (Project Manager) e con il contributo del raggruppamento formato da PTS e LINKS Foundation (supporto tecnico-scientifico).

Il percorso è articolato in quattro fasi: analisi conoscitiva, percorso partecipato e elaborazione del Piano di Gestione con definizione del governance e di un sistema di monitoraggio, approvazione e pubblicazione del Piano.