Arco delle Scalette

Città di Vicenza

Progetto

1576

Data di costruzione

1595

Committente

Giacomo Bragadino

Proprietà

Pubblica

Cenni Storici

L’Arco delle Scalette si trova al margine sud-orientale del centro storico di Vicenza ed è uno dei punti di partenza per salire al Santuario di Monte Berico. Poco chiara >appare la genesi e l’autografia dell’Arco che dava inizio al percorso di accesso al Santuario prima della realizzazione, a metà Settecento, dei portici progettati da Francesco Muttoni. Certe sono invece la data di costruzione, fissata al 1595, e l’identità del committente, il Capitano veneziano Giacomo Bragadino. Queste informazioni sono infatti riportate sull’iscrizione incisa sull’attico. Nel 1595 sono passati quindici anni dalla morte di Andrea Palladio, ma molti studiosi ritengono, sulla base di un disegno dell’architetto elaborato negli anni 1574-76 nell’ambito di un piano unitario formulato per il percorso di ascesa al colle, di poter attribuire al Palladio la paternità del progetto. Altrettanto documentate sono le richieste dei frati del Santuario, risalenti al 1574-1576, che chiedono alla Comunità un sostegno finanziario per la ristrutturazione dell’intero percorso delle Scalette. In un ex voto della fine del Seicento l’Arco è rappresentato con nicchie comprese negli intercolumni frontali. Queste probabilmente vennero chiuse proprio in quegli anni per ricavare le altre due nicchie nell’intradosso dell’Arco, dove vennero collocati l’Angelo Annunziante e la Vergine Annunziata, opere di Orazio Marinali. Anche la scalinata d’accesso ha subito molte manomissioni. In origine era formata da scalini larghi come l’Arco con podi laterali, successivamente la larghezza è stata ridotta alla sola apertura del fornice e accorciata a causa delle pesanti modifiche dell’assetto stradale antistante compiute a metà Ottocento. Il monumento è stato quasi completamente ricostruito, utilizzando il più possibile il materiale originario, a seguito dei danni subiti durante un’incursione aerea nel 1944.

 

Descrizione Strutturale e Decorativa

La struttura è un arco trionfale a un solo fornice tra due coppie di semicolonne di ordine corinzio su alte basi e attico tripartito da pilastrini. Sull’attico si trovano alle estremità le due statue dei santi protettori Leonzio e Capoforo e al centro quella del Leone veneziano, eseguiti da Francesco e Giambattista Albanese; a Francesco probabilmente spetta anche la direzione del cantiere. La costruzione è in pietra delle cave vicentine, semidura nella parte inferiore e tenera in quella superiore. L’Arco delle Scalette rappresenta una preziosa testimonianza della nota capacità di Palladio quale allestitore di percorsi trionfali su precise reminiscenze di romana classicità. Questa struttura infatti è riconducibile allo schema dell’arco romano a fornice unico, come quello di Traiano ad Ancona.

 

Uso Attuale

L’arco è utilizzato come punto accesso alle Scalette di Monte Berico.

 

Comune:

Vicenza

Indirizzo:

Piazzale Fraccon

Coordinate:

45.540996, 11.552922

Modalità:

Visitabile/accessibile

Mediateca CISA:

Galleria fotografica

« di 8 »